Logotondo50
Logo Hotel Terme Orvieto Abano

NOI, LA NOSTRA FAMIGLIA, LA NOSTRA STORIA

HOME > NOI, LA NOSTRA FAMIGLIA, LA NOSTRA STORIA

L’Hotel Terme Orvieto compie 50 anni: storia di un’ospitalità calda come la nostra acqua

Dicono che un sorriso sia una curva che raddrizza tutto.

Chi ci conosce da tempo sa cosa intendo dire. Per la mia famiglia, i Carraro, il sorriso è sempre stato come una finestra da aprire con orgoglio sul viso per mostrare a tutti che, sì, il cuore era in casa, e bastava semplicemente affacciarsi per trovare subito porte aperte e tappeti spiegati. 

E la casa, riscaldata dalla nostra ospitalità congenita, è sempre stata il bene più prezioso per noi.

Un sogno che si è realizzato. Questo è ancora oggi per tutti noi l’Hotel Terme Orvieto, che proprio quest’anno festeggia il 50° anniversario dalla sua fondazione. Un traguardo importante, fatto solo di gioie e tante impagabili soddisfazioni che nella mia mente prendono la forma di tutti i volti che si sono affacciati a questo magnifico universo.

Volti, tanti volti che si accavallano nella mente e che hanno fatto la storia di questo hotel, di questa “casa”, come l’ha sempre voluta vedere il nonno Gilmo, fondatore e grande capostipite della struttura. Tanto impaziente di vedere il suo sogno realizzato da non averci pensato due volte ad aprire l’hotel quando questo non era nemmeno pronto. E’ il luglio del ’68, i lavori di costruzione vanno per le lunghe e il nonno e la nonna, giovane coppia tenace e determinata, decisero di aprire le porte dell’hotel così com’era, con un solo piano pronto per gli ospiti. Aprire un hotel a tre piani senza due piani non è una cosa da tutti, no?

Come molti dei nostri storici clienti sanno bene, in questo hotel – in questa casa – non ci si dà mai per vinti, consci di aver sempre alle spalle una piccola grande presenza, pronta a rimboccarsi le maniche con te e per te quando ne avrai più bisogno. Descrizione perfetta della cara nonna Norma: cuoca storica del Terme Orvieto, vera e propria colonna portante di questa struttura e simbolo inossidabile di una famiglia che non riesce a dare proprio nulla per scontato, mai.

Tiziano
D’altronde avere la possibilità di scegliere la cornice del nostro destino è un’impresa più unica che rara: l’importante è ciò che mettiamo dentro questa cornice, i colori che scegliamo per dipingere la tela. Quello è solo nostro.
E lo sanno bene Tiziano, mio padre, e gli zii Anna e Attilio, tutti figli di Gilmo e Norma, quando alla prematura scomparsa del nonno si ritrovarono giovanissimi a dover gestire l’hotel.
Un proverbio cinese recita: «Mantieni un albero verde nel tuo cuore e forse verrà un uccello che canta».
 
Beh, con mio padre Tiziano l’Hotel Terme Orvieto aveva sicuramente trovato il suo. Cantando, mio padre è il primo a dare il buongiorno al nostro bellissimo parco ed è il primo ad aprire i cancelli al mattino prima di occuparsi della preparazione delle brioche, attento com’è da sempre ad offrire ai clienti una delle cose che fa del nostro hotel un posto davvero speciale in cui stare: la «pappa buona». Dimmi ciò che mangi e ti dirò chi sei, dicono. Beh, noi siamo a chilometro zero e le distanze non ci sono mai piaciute!
 
E non è un caso che mio padre sia considerato da tutti il “norcino” di casa: protagonista indiscusso della gustosissima offerta gastronomica del nostro hotel, che tra vigneti, ulivi e alberi da frutto vede nella sua produzione di olio, vino e salumi il carattere più bello e buono della sua variegata natura familiare.

D’altronde la cucina è sempre una storia d’amore, ed è stato così anche per mia mamma Donatella, il volano della sala e vero angelo del focolare: è lei che, grazie alle sue grandissime doti organizzative e alla sua precisa cura al dettaglio, assicura il perfetto funzionamento della sala mantenendo continuamente il rapporto con il cliente, di cui ha una conoscenza senza paragoni.

Del resto casa è dove la mamma c’è, e il Terme Orvieto non sarebbe di certo quello che è oggi senza la sua eccezionale presenza.

 

Donatella
Anna

Un linguaggio universale fatto sì di cucina ma anche di gentilezza, cortesia e disponibilità: un lessico familiare che parla alla perfezione anche zia Anna, responsabile di sala e lavoratrice instancabile!

La zia Anna è il sorriso fatto persona, una donna dotata di una spiccatissima gentilezza tutta volta a fare del cliente e delle sue esigenze. Un esempio? La zia non parla il tedesco, eppure non solo sa sempre capire ciò che i clienti di lingua tedesca desiderano, ma è addirittura in grado di anticiparne le esigenze.

Dov’è il trucco? Amore per il proprio lavoro e grande dedizione, un binomio perfetto che mia zia Anna sa sempre come usare con garbo e precisione.

 

Attilio
Adriano
Martina

A chiudere il cerchio della seconda generazione diretta dei Carraro c’è mio zio Attilio, oggi amministratore e contabile dell’hotel. Ciò che rende lo zio Attilio veramente speciale non è tuttavia la sua esemplare gestione dei numeri del Terme Orvieto (ma ti ringraziamo anche per questo!). Lo zio Attilio è uno che ha sempre lo spasso nella manica, sì, è proprio buffo e se non ci fosse lui bisognerebbe inventarlo perché in un’attività come questa le persone come lui sono come il condimento per il cibo: se manca, il rapporto umano è scondito, e non ci sono santi che tengano.

Santi o anche divinità pagane, come ci piace pensare allo zio Adriano, il marito della zia Anna, il MacGyver dell’Hotel Terme Orvieto, un manutentore eccezionale, il nostro factotum preferito e grandissimo lavoratore.

Elemento più che mai prezioso per tutta la nostra struttura, mio zio Adriano è soprattutto un grandissimo specialista delle cure termali. Capirete come in un hotel ad Abano Terme specializzato in servizi termali e riabilitativi una passione come questa non possa passare inosservata. Ed è alla figlia di zio MacGyver, mia cugina Martina, che dobbiamo oggi un servizio di cura del corpo di rara preparazione e bellezza, fatto di studio, passione ed una profonda sensibilità: se hai bisogno di un percorso di cure ad hoc o semplicemente di un percorso di profilassi altamente personalizzato, ideale per mantenerti in forma con trattamenti termali di alto livello ed una corretta alimentazione, chiedi a Martina e ti sarà dato. 

O chiedi a me e ti sarà dato comunque!

Il bello della nostra grande comunità è che ciascuno di noi è sempre pronto a dare non una, ma tutte e due le mani a chiunque ne abbia bisogno e in contesti quanto mai inediti. Fermarci non è nel nostro stile e non è un caso che i nostri clienti spesso non sappiano riconoscere i titolari o le specifiche mansioni di ciascun membro dello staff.

Io stesso preferisco definirmi un jolly, una pedina da collocare ovunque ce ne sia bisogno, sempre presente anche quando non mi vuoi. Non sono cattivo, è che mi diverto da matti!

Amo aiutare i miei collaboratori ad organizzare gli eventi in piscina, seguo il cliente passo passo, dall’accettazione al check-out, e posso con orgoglio definirmi il maestro degli addobbi al Terme Orvieto. “Conosci te stesso”, diceva l’oracolo di Delfi.  Non penso avesse in gestione un hotel di famiglia.

Gregorio

Completano la nostra grande famiglia “allargata” Nicolò, lo specialista del giardinaggio dell’Hotel Terme Orvieto, e la sua mamma Antonella, efficientissima responsabile dei piani dell’albergo nonché cognata di Adriano (se avete già perso il filo dell’albero genealogico, non preoccupatevi: è ordinaria amministrazione).

Anche perché provare a contare tutti i membri di questa grande famiglia è un’impresa davvero eccezionale, soprattutto se consideriamo che all’interno di questo nucleo non possono non rientrare i nostri preziosissimi collaboratori, presenze irrinunciabili, sostanziali, vitali e primarie dell’Hotel Terme Orvieto.

A cominciare da Marino, il nostro richiestissimo fisioterapista. Questo eccezionale professionista è celebre tra i nostri clienti al pari di una celebrità hollywoodiana: dotato di mani d’oro e di una enorme sensibilità alle richieste del cliente, Marino è proprio innamorato del suo lavoro, condividendo con Martina una filosofia di cura che mette al centro sempre il cliente e non il calendario delle prenotazioni.

Mani d’oro che condivide anche Maurizio, l’altro fisioterapista superstar del Terme Orvieto. Da oltre trent’anni membro onorario del nostro staff e colonna portante dell’area benessere, Maurizio non solo è dotato di una grande conoscenza per tutto ciò che fa di un massaggiatore un grande massaggiatore, ma anche di una grande cultura, a partire da tutte le proprietà tipiche della famosissima acqua ipertermale di Abano Terme fino alle nostre cure di fango-balneoterapia.

Daria

Acqua e piscine fanno rima con Daria, la regina delle attività in piscina del nostro hotel, sempre pronta a regalare a chiunque abbia la fortuna di nuotare verso i suoi lidi gran sorrisoni e disponibilità alle stelle.

E’ lei che sotto la sapiente regia di Martina si occupa di gestire il tridente delle attività in acqua organizzate per i nostri clienti, dall’aquagym, alle terapie riabilitative in acqua termale al prendersi cura dei clienti per qualsiasi esigenza possano avere alle piscine.

Esperienza, qualità, fantasia e buonumore sono da sempre gli ingredienti più importanti del nostro lavoro, ma c’è una persona che più di tutti può confermarlo: il nostro chef Massimo Fiocco.

Con lui nulla è mai una “delusione” – a patto che una portata sia fatta con amore e curiosità, sentimenti che riesce a trasmettere non solo al personale della cucina ma anche ai fortunati degustatori delle sue portate, a testimonianza che c’è sempre un gran bella differenza tra Cucinare, con la C maiuscola, e preparare semplicemente da mangiare.

Il suo carisma e la sua professionalità sono contagiosi, infatti tutto il team della cucina segue il suo leader con impegno e senza indugi!

Massimo
Elena
Berta

La sfera del gusto continua con Berta, la nostra addetta alle colazioni e storica collaboratrice del nostro hotel.

Le giornate dovrebbero iniziare con un sorriso, un abbraccio, una carezza e una buona colazione. In poche parole, dovrebbero cominciare con Berta. Senza di lei e senza i suoi mitici cappuccini non sapremmo come fare.


Giù il cappello anche per Elena, la nostra addetta alla portineria. Sarda DOC, donna verace e di carattere, sotto la dura corazza fa battere il cuore grande di una lavoratrice instancabile e appassionata, e non smetterò mai di ringraziarla per questo.

E che dire di tutti gli altri nostri collaboratori? Impossibile non citarli nemmeno. Se si offendono, passo dei guai seri… E poi, diciamocelo chiaramente: fischiare un’intera sinfonia da soli è impossibile, ci vuole sempre una vera grande orchestra per metterla in scena in tutta la sua bellezza. E l’Hotel Terme Orvieto ha la sua di orchestra, fatta di tante voci e strumenti che prendono il volto dei nostri preziosissimi collaboratori, senza i quali sarebbe impossibile sentirsi a casa, con tutte le coccole e le attenzioni che solo un personale positivo e dinamico come il nostro sa garantire.

In fin dei conti, c’è sempre un motivo per cui una grande famiglia resta unita, consapevole di avere un grande obiettivo da perseguire, per cui svegliarsi giorno dopo giorno: i nostri Clienti che sono l’Hotel Terme Orvieto, sono parte integrante della nostra famiglia, ci hanno visto crescere e, cosa più importante, si divertono insieme a noi. Il divertimento è una cosa seria!

Siete il cuore dell’albergo e se c’è qualcuno a cui pensare mentre alziamo i calici per questo 50° anniversario, questo qualcuno siete solo voi. Da parte di tutta la grande famiglia Carraro, un grazie di cuore per aver allargato a dismisura i confini della nostra casa tutta speciale.

Domenica 11 marzo abbiamo aperto l’Hotel Terme Orvieto per la cinquantesima volta con lo stesso entusiasmo della prima: quando volete … Noi siamo qua.  Ci vediamo a casa!

il tuo soggiorno ad Abano Terme: con il nostro booking ufficiale prenotare è facile, veloce e sicuro.

Quando non siamo intenti a coccolarvi, ci trovate sui social:

Oppure ai nostri recapiti:

Telefono

+39 0498668044

E-mail

orvieto@termeorvieto.it

Posta

Via G. Barbieri, 13, 35031 Abano Terme PD

WhatsApp

Telegram

Segnali di fumo

Piccione viaggiatore